logo

15.7.2017 15:36

Mittelfest: Serracchiani-Pahor, Europa deve rafforzarsi

Cividale del Friuli (Ud), 15 luglio - "Il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia hanno rapporti straordinari. Aprire Mittelfest con l'intervento del presidente Pahor è un segnale importante in una settimana speciale che ha confermato la ritrovata centralità della nostra regione".

Così la presidente Debora Serracchiani ha portato il saluto al presidente della Slovenia Borut Pahor, che oggi a Cividale del Friuli ha aperto la 26ma edizione del Mittelfest con un'intervista pubblica a cura del direttore de La Stampa, Maurizio Molinari.

Un'occasione per parlare di Europa e della necessità di un suo rafforzamento proprio a pochi giorni dal vertice dei Balcani a Trieste nel quale, ha ricordato Serracchiani "abbiamo visto numerosi primi ministri seduti allo stesso tavolo per cercare un dialogo, pur sapendo quali difficoltà vi siano nel mettersi la storia alle spalle".

In questo contesto l'intervista al presidente sloveno è stata definita da Serracchiani "interessantissima, perché ha chiarito la posizione centrale della Slovenia nel contesto dei Balcani e la sua visione sulla necessità di un allargamento dell'Europa anche nell'ipotesi di velocità diverse".

Serracchiani ha poi evidenziato la strategicità delle infrastrutture, tema che ha avuto un peso specifico anche nel corso del summit di Trieste durante il quale, ha ricordato "sono state prese decisioni importanti, dal momento che, per far parlare i popoli e mettere assieme le genti, servono collegamenti anche infrastrutturali". Da qui un richiamo alla volontà di collaborare con il porto di Capodistria e con quelli di tutto l'Alto Adriatico per competere con gli scali del Nord Europa e all'importanza di attivare la linea ferroviaria con la Slovenia.

La presidente ha poi rimarcato come, in pochi giorni, il riconoscimento Unesco a Palmanova, che abbraccia città italiane, croate e montenegrine, e la candidatura di Trieste a Città della scienza, sostenuta dai Paesi confinanti, abbiano dimostrato che "mettendoci assieme moltiplichiamo la nostra forza a beneficio di tutta l'area balcanica".

"Parlare di Europa è bello ed importante, se poi lo si fa con un caro amico è ancora più significativo" ha concluso la presidente. ARC/SSA/EP